“Teatro e Scienza” 2013 punta sui numeri

25 09 2013

     Ho letto con interesse e segnalo con piacere la programmazione di un ciclo di spettacoli teatrali su argomenti scientifici. Il tema di quest’edizione di Teatro e Scienza sono i numeri. Ecco date, sedi e titoli degli spettacoli. Al termine di ogni spettacolo sono previste le miniconferenze segnalate in basso, tenute da esperti di vari settori. Spettacoli e conferenze sono gratuiti. Il 1° ottobre alle 19,30, a “La Limonaia” in via Ponzio 10 Torino, sono previsti cena e spettacolo teatrale “Vita a Giudizio” di e con Maria Rosa Menzio. Per saperne di più: info@lalimonaia.org  tel. 0117041887.

10 Ottobre 2013 h 21 Settimo T.se Teatro Garybaldi “Il principio dell’Incertezza” di Andrea Brunello, Compagnia “Arditodesìo” - TRENTO Regia A. Brunello e M. Marelli.

18 Ottobre 2013 h 21 Castelnuovo (AT) Sala Consiliare “Fibonacci (la ricerca)” di Maria Rosa Menzio – PRIMA, Regia di Maria Rosa Menzio – PRODUZIONE “Teatro e Scienza”.

26 Ottobre 2013 h 21 Andezeno (TO) Sala Multimediale “(scaglia la) Settima Pietra” di Tiziano Gamba – PRIMA, Regia di Tiziano Gamba - PRODUZIONE “Teatro e Scienza”.

30 Ottobre 2013 h 15 Settimo T.se Biblioteca Archimede “Ecobaleno” di Emanuela Bolco, Associazione “Il Naufragar m’è dolce” – ROMA.

10 Novembre 2013 h 21 Torino Teatro Astra “Ventimila Leghe sotto (i Mari)” di Marte Costa, Compagnia “Necèssita Virtù” – Regia di Marte Costa.

15 Novembre 2013 h 21 Torino Cavallerizza Reale “Vecchia sarai tu!” di Antonella Questa e Francesco Brandi, Compagnia “LaQ-Prod” – LA SPEZIA.

24 Novembre 2013 h 21 Casale Monferrato Auditorium “I Numeri della Moda” di Irene Forneris – PRIMA, Regia di Giovanni Mancaruso – PRODUZIONE “Teatro e Scienza”.

28 Novembre 2013 h 15 Settimo T.se Biblioteca Archimede e 30 Novembre 2013 h 21 Pino T.se Planetario “Il Giorno del Jolly” di Luisa Spairani – PRIMA, Regia di Maria Rosa Menzio – PRODUZIONE “Teatro e Scienza”.

6 Dicembre 2013 h 21 Moncalieri (TO) Limone Fonderie “Alice” di Francesco Niccolini – Regia di Salvatore Tramacere, Cantieri Teatrali “Koreja”, Teatro Stabile del Salento – LECCE.

12 Dicembre 2013 h 21 Moncalieri (TO) Castello “Pi Greco e la Macchina da Cucire” di Vittorio Marchis, Regia di Vittorio Marchis – PRODUZIONE “Teatro e Scienza” – PRIMA.

Miniconferenze che seguono gli spettacoli:

10 Ottobre 2013 h 22,30 – Settimo T.se (TO) Teatro Garybaldi

“Dalla Scienza al Teatro” a cura del Dott. Andrea Brunello

18 Ottobre 2013 h 22,30 – Castelnuovo don Bosco (AT) Sala Consiliare

“I Numeri di Fibonacci” a cura del Prof. Franco Pastrone

19 Ottobre 2013 h 22,30 – Beinasco (TO) Chiesa di Santa Croce

“I Numeri Narciso” a cura dei Rudi Mathematici

26 Ottobre 2013 h 22,30 – Andezeno (TO) Sala Multimediale

“I Numeri Vampiro” a cura dei Rudi Mathematici

30 Ottobre 2013 h 16,15 – Settimo T.se (TO) Biblioteca Archimede

“Numeri Felici” a cura del Dott. Andrea Vico

10 Novembre 2013 h 22,30 – Torino Teatro Astra

“Il Teatro Scientifico” a cura di Piero Bianucci

15 Novembre 2013 h 22,30 – Torino Cavallerizza Reale

“I Numeri Innamorati” a cura del Dott. Claudio Pasqua

24 Novembre 2013 h 22,30 – Casale Monferrato (AL) Auditorium

“Moda, Media e Mediana” con Maria Rosa Menzio e Fulvio Cavallucci

28 Novembre 2013 h 16,15 – Settimo T.se (TO) Biblioteca Archimede

“I Numeri di Babbo Natale” con Maria Rosa Menzio e Fulvio Cavallucci

30 Novembre 2013 h 22,30 – Pino Torinese Planetario

“I Numeri del Cielo” a cura del Prof. Attilio Ferrari

6 Dicembre 2013 h 22,30 – Moncalieri (TO) Limone Fonderie Teatrali

“I Numeri di Alice” a cura del Prof. Franco Pastrone

12 Dicembre 2013 h 22,30 Moncalieri (TO) Castello Sala della Regina

“Dall’Idea al Palcoscenico” a cura del Prof. Vittorio Marchis.

Per saperne di più:  www.teatroescienza.it




La notte dei ricercatori

20 09 2013

     L’evento quest’anno è arrivato all’ottava edizione. Il 27 settembre prossimo le piazze di Torino ospiteranno spettacoli, incontri, laboratori, dibattiti aperti a tutti e per varie fasce d’età. Non solo Torino, sono previste manifestazioni anche in altre città della Regione: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Verbania.

     A Torino il centro degli spettacoli sarà in piazza Castello. Per la manifestazione di quest’anno è stato scelto l’acronimo FACES (Fostering Advanced Communication to Enrich Science&Society), la comunicazione che alimenta il rapporto tra scienza e società. Il perno delle manifestazioni è costituito da ricercatori e ricercatrici che con le loro attività, con il loro ruolo, determinano miglioramenti significativi (scarsamente riconosciuti) della società. La serata, caratterizzata anche da esperimenti e giochi vuole mostrare a tutti il lato umano della ricerca, condotta da persone disponibili al dialogo e non chiuse nei loro laboratori, in Italia sempre più carenti di materiali e risorse.

Si ripeteranno i Caffè Scientifici, dialoghi tra pubblico e ricercatori che in blocchi di venti minuti informano i presenti sullo stato delle loro ricerche, sui risultati e sugli obiettivi attesi.

Naturalmente, come gli altri anni, saranno aperti tutti i musei della città. Per saperne di più: http://piemonte.nottedeiricercatori.it/

 canale YouTube della Notte dei Ricercatori

 




Sportello Energia per le Terre dell’Ovest

15 09 2013

     Negli ultimi anni in molti Paesi industrializzati è aumentata nei cittadini la consapevolezza di adottare opportuni comportamenti e tecnologie di risparmio e produzione di energia, soprattutto da fonti rinnovabili. Nell’area torinese molti comuni della cintura ovest, per cooperare tra loro e competere con altre regioni in diversi settori, hanno costituito il Patto “Zona ovest”, una società a capitale interamente pubblico.

     Tra le tante iniziative di Zona Ovest, c’è il servizio Sportello Energia che ha lo scopo di aumentare e facilitare l’accesso alle informazioni in campo energetico attraverso una rete di sportelli dei comuni partecipanti: Collegno, Alpignano, Buttigliera Alta, Druento, Grugliasco, Pianezza, Rivoli, Rosta, San Gillio, Venaria Reale, Villarbasse, Avigliana.

     L’assistenza ai cittadini in campo energetico vuole contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea entro il 2020: 20% di riduzione del consumo energetico, 20% di riduzione delle emissioni di gas serra, 20% di passaggio a fonti di energia alternative e rinnovabili.

In concreto cosa si può chiedere agli operatori degli sportelli?

-         la presenza nella normativa di possibili finanziamenti ed agevolazioni fiscali;

-         indicazioni sui regolamenti comunali in campo edilizio, energetico e ambientale;

-         informazioni sulle normative a livello nazionale e regionale del settore energetico attualmente vigenti;

-         informazioni sulle certificazioni energetiche degli edifici;

-         elenchi di operatori (professionisti e artigiani) in grado di offrire servizi di progettazione e realizzazione di interventi inerenti il risparmio e la produzione di energia.

     Credo sia importante segnalare questo servizio anche perché in seguito alla pubblicazione (nella G.U. n°130 del 5/06/2013) del D.L. 4 giugno 2013 n°63, l’entità della detrazione fiscale per interventi di efficienza energetica dal 6/06/2013 è del 65% delle spese sostenute (prima era del 50%). Queste detrazioni sono prorogate fino al 31 dicembre 2013 e nel caso di interventi relativi a parti comuni di edifici condominiali o che interessino tutte le unità di un condominio, fino al 30 giugno 2014.

Per saperne di più: Patto Territoriale Zona Ovest Torino

Per conoscere indirizzi e orari degli sportelli nei vari comuni, scaricare il depliant di Sportello Energia e quello sull’efficienza energetica in casa: Sportello Energia .

 




Una regione molto pericolosa

10 09 2013

     Non si tratta di una regione geografica ma di una zona particolare della tavola periodica degli elementi. In questo blog ho già scritto della pericolosità di mercurio (Il mercurio e il cappellaio matto, ), cesio (Cinghiali al cesio), polonio (Yasser Arafat avvelenato con il polonio?), uranio (Uranio killer e isotopi). Ma è un’intera zona del Sistema periodico ad essere caratterizzata da elementi pericolosi per la vita.

In questa regione, oltre al mercurio e al polonio si trovano arsenico, cadmio, tallio e piombo. Avendo già scritto di altri elementi, mi limito al cadmio e al tallio.

     Il cadmio (scoperto nel 1817 da Friedrich Strohmeyer, simbolo Cd) è posizionato appena sotto lo zinco, un elemento essenziale per la vita. Purtroppo, proprio per le notevoli somiglianze chimico-fisiche con lo zinco, il cadmio nel nostro corpo tende a confondersi con esso e danneggia i composti biologici a base di calcio e zolfo procurando seri problemi al sistema scheletrico. Come il mercurio sotto di lui, anche il cadmio è un elemento pesante che una volta entrato nell’organismo non viene più eliminato ma si accumula. Il caso di avvelenamento da cadmio più conosciuto è quello della miniera di Kamioka, in Giappone, nella prima metà del 1900. Dalla miniera si estraeva un minerale di zinco e cadmio che veniva trattato per ricavare lo zinco. Le acque reflue di questo trattamento contenevano cadmio e, reimmesse nel fiume, erano utilizzate per l’irrigazione dei campi. Il risultato fu un assorbimento massiccio di cadmio da parte delle piante e il suo successivo passaggio nel corpo degli animali e della popolazione della zona con lo sviluppo di svariate malattie e di una inspiegabile (per allora) fragilità ossea. Opportunamente utilizzato, oggi il cadmio è prezioso nell’industria elettronica per la produzione di leghe metalliche, materiali semiconduttori e nella produzione di batterie e pile ricaricabili.

     La pericolosità del tallio (simbolo Tl, scoperto da William Crookes nel 1865, famoso soprattutto per il suo “tubo”) è ancora più elevata rispetto a quella del cadmio. Il tallio infatti si può presentare come ione monovalente (Tl+) o trivalente (Tl3+). Nel primo caso, nel nostro organismo viene confuso facilmente con il potassio (K+), nel secondo caso con altri cationi ed entra facilmente nei processi biochimici cellulari. Ad esempio il tallio interferisce pesantemente, creando gravi danni, con la “pompa sodio-potassio” e con i legami tra gli amminoacidi che formano le strutture secondarie, terziarie e quaternarie delle proteine. Contrariamente al cadmio che esercita la sua azione prevalentemente sulle ossa, il tallio agisce sull’intero organismo, senza alcuna predilezione tra i vari sistemi di organi. Per i loro effetti mortali anche in piccole quantità e per la difficoltà nel diagnosticarli, tallio e polonio sono considerati “i veleni delle spie”.

Per saperne di più: http://it.wikipedia.org/wiki/Tallio